Bombshel – La voce dello scandalo

Bombshel è un docufilm del 2019 basato su fatti realmente accaduti alla Fox News. Come si arrivò allo scandalo e al licenziamento Roger Ailes per molestie sessuali? Tutto successe nel 2016 quindi ben prima del movimento del #MeToo e dello scandalo che portò in tribunale e condannò Harvey Weinstein.

Misoginia, svalorizzazione della donna, un rodato sistema di potere maschile fondato un silenzio assenso. Il film doveva uscire in Italia a marzo ma la pandemia non ha consentito l’uscita nelle sale cinematografiche. Bombshel è stato distribuito direttamente in streaming su Prime Video il 17 aprile 2020.

Bombshell – Il cast stellare

Il film è diretto da Jay Roach, regista e produttore cinematografico statunitense. Il cast è pazzesco. Nicole Kidman, Charlize Theron e Margot Robbie. Tre attrici formidabili che mettono in scena il “cliché biondo”, quella Bombshell che è il titolo del film, ossia l’esplosiva bionda del sesso, che è uno dei miti femminili di una certa mascolinità. L’interpretazione di Charlize Theron è stata lodata dalla critica e le è valsa la terza candidatura in carriera agli Oscar nella categoria Miglior attrice. La somiglianza della Teron con Megyn Kelly è davvero straordinaria.

I personaggi maschili non sono da meno: John Lithgow interpreta Roger Ailes e Malcom McDowell (Drugo di Arancia Meccanica) interpreta Rupert Murdoch. C’è ironia del tratteggiare i personaggi maschili (brutti, fuori forma, cinici) e femminili (alcune sono palesemente sciocche altre incredibilmente ingenue) ma non si ricorrere mai a toni beffardi e caricaturali. Al contrario, c’è uno sguardo severo e combattuto nel cogliere le sfumature dei comportamenti dei personaggi. Le donne ad esempio sono stanche, deluse, confuse sulla loro identità. Ma trovano comunque il coraggio di denunciare le molestie. Sono consapevoli però di essere state parte attiva (un compromesso accettato e fatto di silenzio) di un sistema discriminatorio e molesto.

Bombshell – La trama

Il film racconta la tormentata decisione di alcune donne di primo piano della Fox News di reagire ai soprusi sessisti e molestie (quando non si è trattato di vera e propria violenza) da parte di Alies, a cominciare dalla giornalista e commentatrice tv Gretchen Carlson che ha il volto della Kidman, seguita poi da Charlize Theron che interpreta un’altra giornalista, Megyn Kelly. Unico personaggio inventato è quello di Kayla Pospisil che è stato affidato a Margot Robbie, nella parte della new entry della redazione. Gretchen Carlson, sensibile ai temi del femminismo in un ambiente poco incline a valorizzare le donne, viene licenziata da Ailey e poco dopo fa causa all’ex capo per molestie sessuali, dando così inizio alla bufera giudiziaria che travolgerà l’uomo e porterà al suo licenziamento. Sull’onda del caso, anche Megyn Kelly accusa ufficialmente Ailey, mentre la giovane giornalista Kayla Pospisil, che per coronare il sogno di fare carriera a Fox News aveva accettato le offerte di Ailey, trova il coraggio di lasciare il suo posto.

Roger Ailes, Presidente e CEO di Fox News e Fox Television all’epoca dello scandalo, è stato consulente per i media per Richard Nixon, Ronald Regan e George W. Bush ma ha anche contribuito come consigliere alla campagna elettorale per la presidenza di Donald Trump. In seguito alle accuse fu costretto a dimettersi. È morto nel 2017.

Conclusione

Bombshel è ora anche nelle sale cinematografiche italiane e sulle principali piattaforme di streaming. Il film non ha avuto un grande successo di pubblico negli Stati Uniti forse a causa di altri progetti legati al #MeToo o al fatto che le donne sono trattate in maniera terribile da uomini di potere. Nonostante il sistema patriarcale sia stato scoperchiato (e sia sotto gli occhi di tutti la manipolazione dove la vittima viene vivisezionata e resta senza tutela) resta difficile voltare davvero pagina. Denunciare, parlare, esporsi.

Quale è il ruolo e sul valore della donna nella società americana? Cosa sono diventati i media televisivi? E soprattutto cosa è diventato il giornalismo per essere attivo 24/24? Intrattenimento. Lo spiega molto bene (e meglio) la serie TV The morning show, ma questa è un’altra storia.

Scrivo tantissimo. Da sempre.

Latest articles

Giulia Maria Crespi

Giulia Maria Crespi - ci ha lasciato a 97 anni la fondatrice del FAI

Little Fires Everywhere | Serie TV di Amazon Prime...

Little Fires Everywhere (Tanti Piccoli Fuochi) è una serie drammatica con Reese Witherspoon e Kerry Washington. Disponibile su Amazon Prime Video

I film e le serie TV di luglio su...

I film e le serie TV di luglio su Amazon Prime Video.

Mad Men

Donald Draper - Mad Men Vi segnalo queste bellissime illustrazioni ad opera di Stanley Chow...

Articoli Simili

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.