Castelli aperti 1 e 2 ottobre

A zonzo per castelli friulani

Sabato 1 e domenica 2 ottobre 2011 si svolgerà la manifestazione “Castelli Aperti”, l’appuntamento autunnale che permette ai visitatori individuali di accedere ad alcuni dei castelli e dimore nobiliari più belli del FVG organizzata dal Consorzio per la Salvaguardia dei Castelli Storici del Friuli Venezia Giulia. 14 i manieri della nostra regione che apriranno ai visitatori:
– nel paraggi di Trieste  il Castello di Muggia, Palazzo Lantieri
– verso Gorizia  il Castello di Spessa di Capriva
– nelle zone di Pordenone Castelcosa (Cosa di San Giorgio della Richinvelda), il Castello di Cordovado, i Palazzi d’Attimis Maniago a Maniago e Panigai – Ovio (Panigai di Pravisdomini)
– in provincia di Udine, la Casaforte La Brunelde a Fagagna (proprietà d’Arcano Grattoni e proprietà Clocchiatti), i Castelli di Arcano (Rive d’Arcano), Susans (Majano), Villafredda (Loneriacco di Tarcento), Villalta (Fagagna), Rocca Bernarda (Ipplis di Premariacco) e i Palazzi Steffaneo-Roncato (Crauglio di San Vito al Torre).
I visitatori avranno l’opportunità di essere introdotti alla conoscenza dei manieri dagli stessi proprietari oppure da guide turistiche professioniste, in un percorso che sa di viaggio nel tempo, tra le testimonianze, ancora tangibili, della storia e della cultura della nostra regione.

Le residenze apriranno ai visitatori dalle ore 10.00 alle ore 18.30 (17.30 ultima entrata), con pausa dalle ore 13.00 alle ore 14.30. L’ingresso ad ogni singolo castello è di 6.00 €, per i bimbi 3.00€.
Per scaricare il volantino e trovare maggiori info andate qui

Ciao sono Katia! Sono appassionata di news, serie tv e biografie. Osservo i cambiamenti della nostra società grazie le evoluzioni del digitale, i voli pindarici del marketing ed il potere della narrazione. Scrivo da sempre perché mi riesce facile mettere nero su bianco le emozioni.

Latest articles

Articoli Simili

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.