sabato, Febbraio 24, 2024
More
    HomeLavoroCome chiedere ed ottenere l'aumento di stipendio?

    Come chiedere ed ottenere l’aumento di stipendio?

    Vademecum

    Vuoi chiedere un aumento di stipendio ma non sai esattamente come fare? Proprio oggi ho ricevuto un vademecum da Veronica Benini (La Spora) dal titolo Vuoi chiedere un aumento? e l’ho trovato utile. È arrivato il tempo di farsi avanti e richiedere una promozione sulla base del tuo ruolo e delle tue azioni in azienda. Ecco come fare.

    L’aumento di stipendio richiede un incontro con il boss

    La prima cosa da sapere è che devi prendere appuntamento per un vero e proprio incontro con la persona che ha il potere decisionale di darti l’aumento, ed è importante incontrarla in ufficio a tavolino durante un colloquio apposito per avere la sua completa attenzione, non braccarlo/a alla macchinetta del caffè.

    Vademecum

    Prima di chiedere l’incontro, però, devi farti un piano strategico che potrebbe prendere più tempo di quello che immagini.

    Andiamo per punti:

    1. Raccogli le prove

    Fai la lista delle mansioni o azioni che hai fatto o fai regolarmente che apportano qualcosa di tangibile all’azienda: hai bisogno infatti di prove concrete della tua abilità per farti concedere l’aumento. In pratica in questo primo punto raccogliamo LE PROVE. Se non ne hai, inizia a fare in modo di averle e raccoglile per poi strutturarle durante il colloquio.

    2. Il tuo ruolo è fondamentale per i colleghi

    Se il tuo ruolo non ha una relazione diretta con il successo dell’azienda, dovrai raccogliere prove con rimbalzo, ossia dimostrare che altre persone riescono ad avere un impatto consistente nel successo dell’azienda grazie al tuo contributo previo, e che senza quel tuo contributo non potrebbero farlo, o non abbastanza.

    Come richiedere e ottenere un aumento di stipendio.
    Brooke Lark | unsplash

    3. Prepara una rosa di richieste

    Decidi cosa vuoi ottenere durante il colloquio oltre all’aumento, per avere una rosa di richieste che potrai giocarti negoziando al ribasso. Possono essere dei benefit come macchina o telefono aziendale, un aumento di categoria, una nomina di ruolo di responsabilità che userai in seguito per chiedere un aumento eccetera. Non fermarti soltanto ai soldi, trova anche altre cose per non uscire da li a mani vuote se non vogliono aumentarti: è importante ottenere comunque qualcosa per educare il tuo datore/ice di lavoro ad accettare le tue richieste.

    4. Sell yourself

    Prepara un discorso coerente che racconta come fai ad essere utile all’azienda ed i benefici (nell’elenco che hai stilato) diretti e/o indiretti che il tuo ruolo fa ottenere all’azienda. Si, ti sto chiedendo di auto-promuoverti, di “sell yourself” come dicono gli anglofoni.

    5. Sull’importanza del ruolo

    Prepara anche la frase specifica della richiesta, scrivendola e provandola, tipo: “Ed è per questo che oggi voglio discutere con Lei/te di un aumento di 200 euro per il mio ruolo (ho scritto RUOLO, non ME, è importante mettere l’accento sul ruolo lavorativo e non su di te come persona perché parliamo delle tue prestazioni, non delle tue emozioni).

    6. Ascolta bene

    Adesso viene il bello: non è detto che ti dicano di sì o di no subito, e possono iniziare a blaterare delle scuse pietose tipo “Ne parlo col commercialista e ti dico”, come se fosse il commercialista a decidere per la sua azienda!! Rido. In realtà col commercialista se ne parla, ma solo per capire il lordo di quell’aumento e prospettarlo sul mese, sull’anno e sulle 13ma e 14ma. Ma grosso modo lo sappiamo che un aumento costa di più all’azienda e non possono assolutamente dirti che non possono permetterselo perché tu stai facendo guadagnare di più col tuo lavoro e te lo meriti, e se loro non sono capaci di amministrarla per essere economicamente in salute è un LORO problema. OK? Ricordatelo e non cedere davanti alle scuse pietose del “Io poverino imprenditore sul lastrico” perché non è vero. Mai. Guarda che macchina ha, e capirai subito se mente.

    7. Chiedi il perché del rifiuto

    Se ti dicono di no senza dirti il perché no, tu ESIGI di conoscere il motivo, perché avrai fatto un’esposizione logica del perché ti meriti un aumento, quindi hai il diritto di sapere perché non lo stai ottenendo. E mi raccomando, la giustificazione che ti daranno è chiave per giudicare a tua volta con chi hai a che fare e che stima ha di te come professionista e come essere umano. Esigi una motivazione a quel no, e traine le tue conclusioni!

    Buon lavoro!

    Se il vademecum “Come chiedere l’aumento di stipendio?” ti è piaciuto e lo hai trovato utile per la tua crescita professionale, ti consiglio due libri dell’autrice che puoi acquistare qui

    Katia Querin
    Katia Querinhttp://www.katiaquerin.it
    Ciao sono Katia! Scrivo da sempre. Mi riesce facile mettere nero su bianco pensieri ed emozioni. Dal 2010 dico la mia sulla società grazie alle evoluzioni del digitale, i voli pindarici del marketing ed il potere della narrazione.

    LEAVE A REPLY

    Please enter your comment!
    Please enter your name here

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    Advertisingspot_img

    Popular posts

    My favorites

    I'm social

    0FansLike
    0FollowersFollow
    3,912FollowersFollow
    0SubscribersSubscribe